San Ferdinando, Arpacal: "Acqua inquinata solo alla foce del Mesima"

Pasqua­le Loia­co­no Gaz­zet­ta del Sud SAN FERDINANDO – Il dipar­ti­men­to pro­vin­cia­le dell'Arpacal di Reg­gio Cala­bria ha uffi­cial­men­te comu­ni­ca­to al sin­da­co di San Fer­di­nan­do che sui trat­ti di costa rica­den­ti nel Comu­ne «tut­te le aree sono bal­nea­bi­li, tran­ne il pun­to deno­mi­na­to "Del­ta Mesi­ma" che risul­ta per il quar­to anno con­se­cu­ti­vo in qua­li­tà scar­sa». La comu­ni­ca­zio­ne fa segui­to ad una richie­sta del sin­da­co Andrea Tri­po­di di esse­re infor­ma­to su tut­te le "sta­zio­ni di cam­pio­na­men­to" ubi­ca­te nel trat­to di mare anti­stan­te il ter­ri­to­rio comu­na­le.

La nota del Comu­ne era par­ti­ta lo scor­so 21 apri­le, all'indomani dei dati dif­fu­si dall'Agenzia per la pro­te­zio­ne dell'Ambiente (risul­ta­ti pri­ma sfa­vo­re­vo­li e suc­ces­si­va­men­te nel­la nor­ma) rela­ti­va­men­te all'ex lido "Il Vascel­lo" che ave­va­no desta­to non poche pre­oc­cu­pa­zio­ni nel­la cit­ta­di­nan­za. Tra l'altro, il diret­to­re del Dipar­ti­men­to pro­vin­cia­le Gio­van­na Bel­mu­sto ha anche chia­ri­to che «le comu­ni­ca­zio­ni riguar­de­ran­no solo i pun­ti adi­bi­ti alla bal­nea­zio­ne nel caso di supe­ra­men­ti dei limi­ti dei para­me­tri moni­to­ra­ti secon­do la nor­ma­ti­va vigen­te e che per il pun­to in qua­li­tà scar­sa non vi è obbli­go di comu­ni­ca­zio­ne, né di effet­tua­re cam­pio­na­men­ti sup­ple­ti­vi».

Peral­tro, tut­ti i dati sono pub­bli­ca­ti e con­sul­ta­bi­li ma line sul por­ta­le acque del mini­ste­ro del­la Salu­te. «Il caso d'inquinamento di bre­ve dura­ta che ha riguar­da­to il pun­to deno­mi­na­to "Lido Vascel­lo" — secon­do la nota dell'Agenzia — è vero­si­mil­men­te impu­ta­bi­le ad una situa­zio­ne ano­ma­la, veri­fi­ca­ta­si a cau­sa di un inqui­na­men­to momen­ta­neo che si è risol­to nel­le 72 ore dal pri­mo cam­pio­na­men­to». La respon­sa­bi­le del Dipar­ti­men­to ha, infi­ne, pre­ci­sa­to che «ai sen­si del­la nor­ma­ti­va vigen­te, se il caso accer­ta­to non si ripre­sen­te­rà nel cor­so dei futu­ri con­trol­li, i para­me­tri fuo­ri nor­ma non inci­de­ran­no sul­la clas­si­fi­ca­zio­ne dell'area moni­to­ra­ta e sul­la base di quan­to espo­sto e dai risul­ta­ti otte­nu­ti, a segui­to dei cam­pio­na­men­ti sup­ple­ti­vi, non si pro­ce­de­rà ad ulte­rio­ri con­trol­li oltre a quel­li già pro­gram­ma­ti e tra­smes­si al mini­ste­ro del­la Salu­te».

1 Commento

  1. Ci sono aggior­na­men­ti in meri­to per il 2018? Il trat­to di mare in cor­ri­spon­den­za dell'hotel La Por­ta del sole come vie­ne valu­ta­to?
    L'ordinanza di divie­to di bal­nea­zio­ne n. 6 del 2011 tut­to­ra vigen­te vie­ne espo­sta nei trat­ti di mare inte­res­sa­ti all'inquinamento?
    Gra­zie

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.