Sanità, sindacati ottimisti dopo l'incontro col ministro Speranza

CATANZARO – I rap­pre­sen­tan­ti di Cgil, Cisl e Uil con­fe­de­ra­li e cate­go­ria­li, nazio­na­li e regio­na­li, han­no incon­tra­to il mini­stro del­la Salu­te, Rober­to Spe­ran­za, in meri­to alla "cri­ti­ca situa­zio­ne sani­ta­ria del­la Cala­bria". Ne dà noti­zia un comu­ni­ca­to dei sin­da­ca­ti. "Si trat­ta – si aggiun­ge nel­la nota – di una vera e pro­pria emer­gen­za nazio­na­le, per la qua­le da tem­po il sin­da­ca­to con­fe­de­ra­le ha aper­to una dura ver­ten­za. Miglia­ia di cit­ta­di­ni sono pri­va­ti del dirit­to ad acce­de­re a pre­sta­zio­ni sta­bi­li­te nei Livel­li essen­zia­li di assi­sten­za sani­ta­ria anche a cau­sa del­la dram­ma­ti­ca caren­za di per­so­na­le nei ser­vi­zi socio sani­ta­ri e alla dif­fu­sa situa­zio­ne di pre­ca­rie­tà dei rap­por­ti di lavo­ro degli ope­ra­to­ri".

"Cgil Cisl Uil – si affer­ma anco­ra nel comu­ni­ca­to – riten­go­no posi­ti­vo l'incontro con il mini­stro. Nel con­fron­to richie­sto dal sin­da­ca­to uni­ta­rio, infat­ti si sono trat­ta­ti i diver­si temi, dal­la rior­ga­niz­za­zio­ne strut­tu­ra­le del siste­ma sani­ta­rio regio­na­le, alla neces­si­tà di met­te­re in sicu­rez­za i livel­li essen­zia­li di assi­sten­za, allo sbloc­co del­le assun­zio­ni neces­sa­rie e al supe­ra­men­to del pre­ca­ria­to, alla solu­zio­ne del­le nume­ro­se ver­ten­ze degli appal­ti che vedo­no coin­vol­ti cen­ti­na­ia di lavo­ra­to­ri. In atte­sa che ven­ga­no com­ple­ta­te al più pre­sto le nomi­ne dei ver­ti­ci del­le Azien­de sani­ta­rie, sup­por­ta­te da uni­tà di cri­si spe­ci­fi­che, si deve prov­ve­de­re a fare uno scree­ning sul siste­ma del­le for­ni­tu­re, ser­vi­zi, appal­ti, al fine di otti­miz­za­re la spe­sa e garan­ti­re la con­ti­nui­tà assi­sten­zia­le ed occu­pa­zio­na­le. Abbia­mo riba­di­to al mini­stro Spe­ran­za la neces­si­tà di ren­de­re ope­ra­ti­va in Cala­bria l'unità di cri­si regio­na­le, come già con­cor­da­to tra le segre­te­rie regio­na­li e il com­mis­sa­rio ad acta Cot­ti­cel­li, nel­la Pre­fet­tu­ra di Catan­za­ro, con tre tavo­li di con­fron­to spe­ci­fi­ci, sul pia­no ope­ra­ti­vo, la rior­ga­niz­za­zio­ne del­la rete ospe­da­lie­ra e la medi­ci­na di ter­ri­to­rio, lo sbloc­co del­le assun­zio­ni del per­so­na­le medi­co, infer­mie­ri­sti­co, il ser­vi­zio appal­ti e for­ni­tu­re, le inter­na­liz­za­zio­ni. I tavo­li di con­fron­to andran­no moni­to­ra­ti anche a livel­lo nazio­na­le".

"Cgil Cisl Uil – con­clu­de la nota – apprez­za­no la volon­tà espres­sa dal mini­stro Spe­ran­za di indi­vi­dua­re da subi­to pos­si­bi­li solu­zio­ni nor­ma­ti­ve da pre­ve­de­re in Leg­ge di bilan­cio per sbloc­ca­re le assun­zio­ni del­la sani­tà nel Pae­se ed in Cala­bria a garan­zia dei Lea e nel rispet­to del dirit­to alla salu­te"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.