Sciolti per infiltrazioni mafiose il Comune di Platì e quello di Limbadi

Governo.it ROMA – Il Con­si­glio dei Mini­stri, su pro­po­sta del Mini­stro dell’interno Mar­co Min­ni­ti, a nor­ma dell’articolo 143 del Testo uni­co del­le leg­gi sull’ordinamento degli enti loca­li (TUEL), ha deli­be­ra­to:

  • lo scio­gli­men­to dei Con­si­gli comu­na­li di Bom­pen­sie­re (CL), Cai­va­no (NA), Lim­ba­di (VV), Man­du­ria (TA) e Pla­tì (RC), in ragio­ne del­le riscon­tra­te inge­ren­ze da par­te del­la cri­mi­na­li­tà orga­niz­za­ta;
  • la pro­ro­ga, per una dura­ta di sei mesi, del­lo scio­gli­men­to dei Con­si­gli comu­na­li di Casa­va­to­re (NA) e Cri­spa­no (NA), in ragio­ne del­la neces­si­tà di pro­se­gui­re l’opera di risa­na­men­to dagli accer­ta­ti con­di­zio­na­men­ti da par­te del­la cri­mi­na­li­tà orga­niz­za­ta.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.