Sequestrato un allevamento di pecore e capre a Cinquefrondi

Reggiotv.it REGGIO CALABRIA – Il dispo­si­ti­vo di con­trol­lo straor­di­na­rio del ter­ri­to­rio, pre­vi­sto dal pia­no di azio­ne nazio­na­le e trans­na­zio­na­le “Focus ndran­ghe­ta”, sta­bi­li­to in sede di Comi­ta­to pro­vin­cia­le per l’ordine e la sicu­rez­za pub­bli­ca pro­se­gue anche in pro­vin­cia. Nel det­ta­glio sono sta­ti svol­ti ser­vi­zi inter­for­ze da par­te di per­so­na­le del­la Poli­zia di Sta­to, in ser­vi­zio pres­so il Com­mis­sa­ria­to di P.S. di Poli­ste­na, dell’Arma dei Cara­bi­nie­ri, Grup­po Fore­sta­le di Reg­gio Cala­bria – Nucleo inve­sti­ga­ti­vo poli­zia ambien­ta­le agroa­li­men­ta­re e fore­sta­le, del­la Guar­dia di Finan­za, con la col­la­bo­ra­zio­ne del­la Poli­zia metro­po­li­ta­na e dell’Ispettorato del lavo­ro, nei ter­ri­to­ri di Poli­ste­na, Maro­pa­ti, Meli­cuc­co, Cin­que­fron­di, Gala­tro e Fero­le­to del­la Chie­sa.

Nel cor­so del­la set­ti­ma­na appe­na tra­scor­sa l’attività si è con­cen­tra­ta su di un agri­tu­ri­smo di Gala­tro il cui pro­prie­ta­rio è sta­to san­zio­na­to con 5.100 euro per­ché non in pos­ses­so dei requi­si­ti sog­get­ti­vi ed ogget­ti­vi neces­sa­ri ad esse­re defi­ni­to agri­tu­ri­smo e per man­can­za dei docu­men­ti ine­ren­ti le pro­ce­du­re di auto­con­trol­lo. Suc­ces­si­va­men­te il per­so­na­le inter­for­ze ha san­zio­na­to nr. 2 eser­ci­zi com­mer­cia­li con una mul­ta com­ples­si­va di euro 1.200 per aver appo­sto diver­se inse­gne stra­da­li sen­za la pre­scrit­ta auto­riz­za­zio­ne dell’ente pro­prie­ta­rio del­la stra­da.

I con­trol­li inter­for­ze han­no con­sen­ti­to inol­tre di seque­stra­re un’azienda di “Alle­va­men­to Ovi­ca­pri­ni” di Cin­que­fron­di per inqui­na­men­to ambien­ta­le in quan­to l’intero siste­ma di rac­col­ta e smal­ti­men­to del­le acque reflue dell’allevamento era col­le­ga­to ad un siste­ma di sca­ri­co che sver­sa­va diret­ta­men­te e libe­ra­men­te su un ter­re­no facen­te fun­zio­ne di cor­po ricet­to­re sen­za alcun siste­ma di fil­trag­gio e/o depu­ra­zio­ne e/o decan­ta­zio­ne sull’appezzamento di ter­re­no adia­cen­te la stal­la stes­sa.

Il tito­la­re, inol­tre, è sta­to san­zio­na­to per un tota­le di euro 5.000 in quan­to non in pos­ses­so del­la docu­men­ta­zio­ne atte­stan­te le pro­ce­du­re di auto­con­trol­lo HACCP e per omes­sa tra­scri­zio­ne ed aggior­na­men­to dei regi­stri azien­da­li di cari­co e sca­ri­co e per non aver aggior­na­to i dati del regi­stra­to­re di cas­sa. Nell’ambito dei sud­det­ti ser­vi­zi sono sta­ti con­trol­la­te 199 per­so­ne e 119 auto­vet­tu­re, sono sta­te effet­tua­te nr. 2 per­qui­si­zio­ni sul posto e nr. 1 per­qui­si­zio­ne ai sen­si del 41 TULPS e sono sta­te ele­va­te nr. 11 san­zio­ni ammi­ni­stra­ti­ve al Codi­ce del­la Stra­da per euro 4490. Inol­tre sono sta­ti con­trol­la­ti 28 sog­get­ti agli arre­sti domi­ci­lia­ri. Il dispo­si­ti­vo di sicu­rez­za pro­se­gui­rà anche nei pros­si­mi gior­ni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.