Troupe di La7 aggredita nel centro migranti di Rosarno: «Sassaiola contro di noi»

Corriere.it ROSARNO – Una trou­pe del­la tra­smis­sio­ne tele­vi­si­va « L’aria che tira» in onda su La7 è sta­ta aggre­di­ta que­sto pome­rig­gio a San Fer­di­nan­do, in pro­vin­cia di Reg­gio Cala­bria, nell’area del­la cosid­det­ta «vec­chia ten­do­po­li» che ospi­ta un miglia­io di migran­ti. L’area e’ quel­la di un recen­te incen­dio duran­te il qua­le ha per­so la vita una gio­va­ne ori­gi­na­ria del­la Nige­ria e altre due per­so­ne sono rima­ste feri­te. Secon­do quan­to rife­ri­to all’agenzia Dire dal­la gior­na­li­sta, Domi­nel­la Trun­fio, impe­gna­ta nel repor­ta­ge video insie­me all’operatore Fran­co Cufa­ri, un uomo inten­to a risi­ste­ma­re alcu­ne ten­de e barac­che dan­neg­gia­te dall’incendio, pro­ba­bil­men­te infa­sti­di­to dal­la loro pre­sen­ze ha ten­ta­to di col­pi­re la tele­ca­me­ra con un mar­tel­lo. Nota­to il gesto, la gior­na­li­sta ha fer­ma­to il migran­te facen­do­gli cade­re il mar­tel­lo. Nel ten­ta­ti­vo di divin­co­lar­si ha subi­to una sospet­ta frat­tu­ra di un dito del­la mano. Anche l’operatore ha cer­ca­to di inter­ve­ni­re suben­do però la rea­zio­ne di altri migran­ti pre­sen­ti che han­no rea­gi­to ini­zian­do una sas­sa­io­la. Tro­van­do­si in dif­fi­col­tà, i due ope­ra­to­ri dell’informazione sono riu­sci­ti ad allon­ta­nar­si con la pro­pria auto.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.